Appia 52

Itinerario Alternativo

Introduzione:

Questo tour alternativo di Roma vi porta alla scoperta dei palazzi, dei monumenti, delle chiese, delle strade e delle piazze progettate dai grandi architetti, scultori e pittori del Risorgimento Italiano a Roma.

Come muoversi:

Vi suggeriamo di camminare da un punto di interesse all’altro in quanto tutti i posti si trovano nel centro storico di Roma.

Tempo necessario:

Per visitare i punti di interesse ci vogliono circa 8 ore, dipende da quanto tempo decidete di fermarvi in ogni posto.

Itinerario:

L’itinerario del Risorgimento Italiano inizia da Porta Pia, dove potete ammirare il grande monumento del “Bersagliere”. Continuando lungo Via 20 Settembre arriverete a Piazza della Repubblica (conosciuta anche come Piazza Esedra), dove si trova la bellissima fontana delle where Naiadi progettata da Mario Rutelli. Da qui prendete Via Nazionale. Passeggiando lungo la nota strada romana passate davanti al Palazzo delle Esposizioni e al Teatro Eliseo, fino a raggiungere Piazza Venezia, la storica piazza romana che mussolini scelse per i suoi discorsi al popolo. Il primo punto di interesse che vi suggeriamo di visitare è l’Altare della Patria, o Vittoriano, il grande monumento dedicato al re Vittorio Emanuele II. All’interno del Vittoriano trovate il Museo del Risorgimento, dove sono conservati i documenti e i ritratti degli eroi del Risorgimento tra cui la penna di Mazzini i volantini lanciati da D’Annunzio a Vienna nel 1918, lo stivale trafitto dal proiettile che ha infortunato la caviglia Garibaldi in Aspromonte, i manoscritti originali del Conte Camillo Benso di Cavour, la bandiera della Repubblica Romana del 1849 e molti altre importanti testimonianze storiche. Dopo la visita al museo prendete Via del Plebiscito fino a Largo di Torre Argentina dove, oltre alle antiche rovine Romane, troverete anche il Teatro Argentina, considerato il simbolo dell’architettura del Risorgimento Italiano. Il percorso continua lungo Corso Vittorio Emanuele II, dove si trova il bronzo equestre dedicato al re Vittorio Emenaule II. Da Corso Vittorio girate a sinistra e raggiungete Campo dei Fiori, la piazza popolare di Roma al centro della quale si trova il monumento dedicato a Giordano Bruno, realizzato da Ettore Ferrari,decorato con otto medaglioni. Da Campo dei Fiori continuate su Via Giulia, attraversate  Ponte Sisto e arrivate in Piazza Trilussa, la piazza simbolo di Trastevere. Da qui continuate su Via Garibaldi fino a raggiungere il la fontana del Gianicolo, uno dei simboli di Roma, chiamato dai Romani anche il “Fontanone”, progettato da Giovanni Fontana e commissionato da Papa Paolo. Adesso procedete verso il Gianicolo, dove potete ammirare il monumento dedicato a Garibaldi Giuseppe, costruito nel 1895 da Giuseppe Gallori per commemorare gli storici eventi che accaddero proprio al Gianicolo, quando i Francesi attacorono la città di Roma. Oltre al monumento di Garibaldi il Gianicolo ospita anche la statua della moglie Anita e i busti dei patrioti Italiani, restaurati in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.